Lezioni Europa 2020

(ultimo aggiornamento 15 maggio 2020)

Vista l’evoluzione dell’epidemia e le azioni di contenimento che hanno previsto la sospensione delle attività in presenza fisica, la Europe Direct Siena ha deciso di riprendere gli incontri di Lezioni d’Europa 2020 in modalità online.
Per consentire lo svolgimento della formazione a distanza verrà utilizzata la piattaforma di Ateneo Webex
(al più presto verranno date informazioni per l’accesso).
Sentita la disponibilità dei docenti coinvolti, il programma delle Lezioni in modalità a distanza ha subito delle variazioni.

Nuovo programma delle Lezioni in modalità a distanza
7 Aprile – La Difesa dell’Unione europea (scarica la locandina) – scarica la presentazione di L. Paladini
21 Aprile –
I sovranismi nell’Unione europea: quali sono e dove porteranno. Le esperienze in Francia (scarica la locandina)
28 Aprile –
I sovranismi nell’Unione europea: quali sono e dove porteranno. Le esperienze in Ungheria (scarica la locandina)
5 Maggio – La Brexit, la storia continua… (scarica la locandina)
12 Maggio – L’Unione europea di fronte alla sfida climatica: esiste un “effetto Greta” nella politica dell’Unione europea? (scarica la locandina)presentazione di S. Borghesi, presentazione di C. Guerrini, presentazione di M. Montini, presentazione di F. Pulselliregistrazione della lezione
*21 Maggio Le donne nel processo di integrazione europea, da Ursula Hirschmann a Ursula von der Leyen (scarica la locandina) – scarica la presentazione di L. Ciacci
8-10 e 15-17 Giugno – Modulo di Europrogettazione

*ATTENZIONE: Per la lezione del 21 maggio il personale tecnico amministrativo dell’Università di Siena iscritto al secondo mudulo di formazione valevole ai fini delle Peo: “Le donne nel processo di integrazione europea, da Ursula Hirschman a Ursula von der Leyen”, dovrà attenersi alle istruzioni che verranno successivamente comunicate.

Per partecipare inviare una email a europedirectsiena@unisi.it.

Lezioni d’Europa 2020: “Un’Unione europea più ambiziosa: le priorità per il prossimo quinquennio”

La nuova Commissione europea, presieduta da Ursula von der Leyen, dovrà innanzitutto risolvere i problemi che si concretizzeranno con il definitivo compimento della Brexit. Allo stesso tempo, essa avrà il compito di dare attuazione al Green New Deal individuando soluzioni efficaci che siano gradite anche agli Stati Membri più riluttanti. L’anno appena iniziato si prospetta particolarmente complesso sia per problemi legati alla tenuta dell’apparato politico europeo a causa dei numerosi turni elettorali che si svolgeranno negli Stati membri sia per gli ormai consueti problemi economici che frenano la crescita dell’Europa e dei suoi Stati membri.
Pertanto muovendo dagli orientamenti strategici definiti dalla Commissione dell’Unione europea appena insediata, il ciclo di “Lezioni d’Europa 2020” esaminerà la storia del processo d’integrazione, le criticità e le prospettive future, attraverso l’analisi di alcune delle più importanti tematiche di attualità nell’ambito delle politiche europee al fine di comprendere non solo gli obblighi, ma soprattutto i diritti che spettano ai cittadini europei in ragione della partecipazione dei propri Stati alla vita e al funzionamento dell’Unione europea. A tale scopo, uno spazio particolare verrà riservato alla divulgazione di informazioni sui programmi, sui finanziamenti e sulle opportunità che l’Unione europea offre ai suoi cittadini.

Il corso si propone quindi di informare e coinvolgere i partecipanti nella discussione sui temi più attuali relativi al funzionamento e alle politiche dell’Unione europea con l’obiettivo di rendere gli individui più consapevoli del proprio status di cittadini europei e dei diritti ed obblighi che da esso derivano.

I contenuti del programma di “Lezioni di Europa 2020” sono stati individuati da un Comitato Scientifico composto dai Proff. Massimiliano Montini (Responsabile Scientifico di Europe Direct Siena), Daniele Pasquinucci, Patrizia Vigni e Luca Verzichelli dell’Università di Siena e dal Prof. Luca Paladini dell’Università per Stranieri di Siena. Il corso, coordinato dal team formato da Angelita Campriani, Monica Masti e Stefania Giarratana di Europe Direct Siena, si propone di fornire un quadro di lettura, attraverso il contributo di esperti di diverse discipline, delle prospettive e delle problematicità che nel 2020, anno di chiusura del programma strategico denominato Europa 2020, potranno influenzare il funzionamento dell’Unione europea e delle sue politiche.

Il corso è organizzato dalla Europe Direct dell’Università di Siena in collaborazione con l’università per Stranieri di Siena, il CUG-Comitato Unico di Garanzia dell’Università di Siena e l’Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario.

Programma degli incontri in presenza:
18 FebbraioVincere la pace: le origini storiche dell’Unione europea (scarica la locandina) – guarda le foto – Scarica la presentazione del Prof. Pasquinucci
25 FebbraioUn nuovo slancio per la democrazia europea e l’unicità del sistema democratico dell’Unione. Le istituzioni, gli organismi e il sistema politico dell’Unione europea (scarica la locandina) – guarda le foto – Scarica la presentazione del Prof. Paladini
3 MarzoUn’Unione europea più ambiziosa. La Commissione von der Leyen e le priorità dell’Unione europea dal 2019 al 2024 (scarica la locandina)

Il corso è gratuito e si rivolge a coloro che sono interessati e vogliano avvicinarsi alle tematiche dell’Unione europea indipendentemente dal tipo di formazione culturale o professione. Sarà possibile partecipare anche alle singole iniziative.
Il corso terminerà il 17 giugno 2020 con le giornate dedicate alla progettazione europea.

Si prega di controllare periodicamente il programma per eventuali aggiornamenti o modifiche che dovessero intervenire.

Al termine del corso verrà rilasciato un attestato di partecipazione ai fini del riconoscimento della formazione.
È possibile sostenere una prova di verifica finale con relativa attestazione. Alla prova, che verterà sui temi dell’integrazione europea, saranno ammessi coloro che avranno partecipato ad almeno a 4 lezioni.
Per la partecipazione agli appuntamenti sulla progettazione europea dal titolo “Corso l’euro-progettazione”, verrà data la precedenza a coloro che abbiano frequentato almeno sei lezioni in ambiti tematici diversi.