Terra Madre Day – 10 dicembre 2013

In occasione del Terra Madre Day, promosso da Slow Food il 10 dicembre 2013, Greening USiena e l’International Place dell’Università di Siena, con la collaborazione di Slow Food Siena, intendono contribuire a questa ricorrenza organizzando un incontro aperto a tutti gli studenti (italiani e internazionali) dell’Ateneo, in cui ciascuno potrà portare esperienze e riflessioni relative al proprio paese di origine legate ai temi del cibo locale, delle tradizioni alimentari, agricole e culturali in via di estinzione, della sostenibilità ambientale e sociale dei metodi di produzione tradizionali.

Ogni studente è invitato a segnalare l’interesse a intervenire e a raccontare la propria storia (in italiano, inglese, spagnolo) nel corso dell’iniziativa, scrivendo una mail a greeningusiena@unisi.it.

L’iniziativa rientra nella campagna “Agire, Reagire e Decidere” del Parlamento europeo, un’occasione per stimolare il dibattito e ricordare a tutti i cittadini le elezioni europee che si terranno dal 22 al 25 maggio 2014. A questo proposito durante l’evento verrà allestito un punto informativo per la distribuzione di brochure sul Parlamento europeo.

L’incontro avrà inizio alle 17.30 nell’Aula Magna Storica dell’Università (Banchi di Sotto 55).

L’articolo sul sito di ateneo: http://goo.gl/AUUg3c.
La pagina dell’evento su Facebook: http://goo.gl/0A1beV.
Per saperne di più sul Terra Madre Day: http://www.slowfood.it/terramadreday.
Greening USiena su Facebook: http://www.facebook.com/greeningusiena.

TerraMadreDay_ENG TerraMadreDaY_ITA

Guarda le foto dell’evento:
TerraMadreDay_2 TerraMadreDay_3 TerraMadreDay_5 TerraMadreDay_6 TerraMadreDay_8

“Telling the Story – Communicating European Structural and Investment Funds 2014-2020” (Conference, Brussels, 9-10/12/2013)

Organizzato dalla Commissione europea, è stato un appuntamento unico per i professionisti della comunicazione a livello europeo, nazionale e regionale, riunendo i responsabili della comunicazione sui Fondi strutturali e di investimento europei (Fondo europeo di sviluppo regionale, Fondo sociale europeo, Fondo di coesione, Fondo europeo per l’agricoltura e lo sviluppo rurale, Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca).

Oltre ai responsabili della comunicazione delle autorità nazionali e regionali, fra i partecipanti si annoverano rappresentanti delle Autorità di gestione, giornalisti, rappresentanti di organizzazioni di stakeholder, reti pertinenti dell’UE come Europe Direct, responsabili della comunicazione che lavorano per la Commissione europea e rappresentanti di altre istituzioni dell’UE.
I partecipanti provenienti dai 28 Stati membri si sono confrontati con l’obiettivo di:
– potenziare la collaborazione tra funzionari europei, nazionali e regionali che si occupano della comunicazione sui Fondi strutturali e di investimento europei,
– fornire una base solida per le strategie di comunicazione che accompagneranno i programmi di questi fondi nel periodo 2014-2020,
– condividere le buone pratiche di comunicazione e favorire l’apprendimento reciproco tra i diversi Paesi e fondi.

http://ec.europa.eu/regional_policy/conferences/telling-the-story/index_en.cfm

Anche la Europe Direct di Siena ha partecipato alla Conferenza “Telling the Story – Communicating European Structural and Investment Funds 2014-2020” a Bruxelles.

giulia_TellingTheStory daniela_TellingTheStory

Guarda il video: http://www.youtube.com/

Orizzonte 2020 “un enorme impulso alla ricerca e agli imprenditori europei”

Le azioni Marie Skłodowska-Curie (MSCA) per il finanziamento di borse di ricerca e l’Istituto europeo di innovazione e tecnologia (EIT) otterranno stanziamenti decisamente maggiori nel quadro del nuovo bilancio Orizzonte 2020 dell’UE per la ricerca e l’innovazione, adottato oggi dal Parlamento europeo. Le azioni MSCA e l’EIT rientrano nella sfera di competenza di Androulla Vassiliou, Commissaria europea per l’Istruzione, la cultura, il multilinguismo e la gioventù, che ha definito il voto del Parlamento come “un enorme impulso alla ricerca europea e agli imprenditori di domani”.

Per saperne di più consulta il seguente articolo.

Bilancio UE 2014-2020: 1000 miliardi di euro da investire nel futuro dell’Europa

Dopo mesi di complesse negoziazioni, i deputati hanno approvato martedì il bilancio UE per il periodo 2014-2020 (Quadro finanziario pluriennale – QFP). In seguito all’accordo politico tra il Parlamento, la Presidenza irlandese e la Commissione, tutte le condizioni poste nella risoluzione del 3 luglio sono state ampiamente rispettate. Il bilancio complessivo per i prossimi sette anni sarà di 960 miliardi di euro in impegni finanziari e 908 miliardi in pagamenti (prezzi del 2011).
Il nuovo bilancio 2014-2020 definisce priorità di spesa finalizzate alla crescita sostenibile, all’occupazione e alla competitività dell’Unione, in linea con la strategia di crescita Europa 2020.

Per maggiori informazioni consulta il comunicato stampa.