Prossimi eventi

Sportello Informativo Europeo Unitario

Nice to meet you

Alle origini del welfare. Radici medievali e moderne della cultura europea dell’assistenza

#EuropeForCulture – Anno europeo del patrimonio culturale 2018
ALLE ORIGINI DEL WELFARE. RADICI MEDIEVALI E MODERNE DELLA CULTURA EUROPEA DELL’ASSISTENZA.

Venerdì 14 dicembre alle ore 10 si terrà al Santa Maria della Scala un incontro dal titolo “Alle origini del welfare. Radici medievali e moderne della cultura europea dell’assistenza”.

L’iniziativa, condotta dalla prof. Gabriella Piccinni, docente di Storia Medievale dell’Università di Siena, è l’ultimo degli appuntamenti promossi dal Centro Europe Direct per l’Anno europeo del Patrimonio Culturale ed è frutto della collaborazione tra Università di Siena e Comune di Siena.

L’incontro contribuirà a inquadrare l’antico Santa Maria della Scala in un contesto storico-sociale e culturale di livello europeo e ben più ampio rispetto a quello comunemente inteso di semplice luogo di cura.

Infatti gli ospedali medievali vengono oggi studiati soprattutto per il ruolo che hanno avuto nell’origine delwelfare state, lo Stato sociale, letteralmente, lo Stato del benessere.

Gli ospedali italiani del medioevo – e a quello senese di Santa Maria della Scala, per antichità e imponenza, si guarda con grande interesse – sono particolarmente adatti ad un confronto: per l’imponenza e la ricchezza degli edifici e per la fortissima identità civica di cui sono portatori, a partire dalla loro centralità materiale e simbolica nel tessuto urbano; per l’efficacia delle soluzioni e dell’impianto economico di supporto all’assistenza; per essere stati, fin dalla fine del Trecento, considerati come modello (e tuttavia non copiati) in Europa.

La lezione, che sarà tenuta alle ore 10 presso la sala Sant’Ansano, sarà completata dalla visita al Santa Maria della Scala, che per un millennio ha ospitato le attività ospedaliere senesi, fino alla recente trasformazione in complesso museale.

La partecipazione all’incontro è gratuita, ma occorre prenotarsi perché è previsto un tetto massimo di 50 partecipanti. Agli iscritti verrà data comunicazione su ora e luogo d’incontro per accedere insieme al Santa Maria.

Per iscrizioni: europedirectsiena@unisi.it

Per informazioni: tel. 0577 235776 – 235181

Scarica la locandina

Giornata conclusiva della Simulazione dei lavori del Parlamento europeo – 5 dicembre

Mercoledì 5 dicembre dalle ore 15 alle ore 17 l’Aula magna del Rettorato dell’Università di Siena si trasformerà in un’Aula del Parlamento Europeo dove i 140 partecipanti alla simulazione dei lavori del PE coordinati dal Professor Luca Verzichelli procederanno alla discussione in plenaria, alla votazione dei singoli emendamenti e alla votazione del testo finale.

Studenti e non studenti vestiranno i panni di europarlamentare e saranno chiamati a discutere su tematiche che sono state oggetto di molti dibattiti negli ultimi mesi. Nello specifico, la simulazione sarà incentrata sulla recente attivazione dell’articolo 7 del Trattato Unione Europea nei confronti dell’Ungheria, accusata di aver intrapreso atti contrari ai valori fondanti dell’UE, quali violazione della libertà di associazione, di espressione, di religione e altro ancora.
Il tema scelto è di particolare rilevanza, in quanto comprende una serie di divisioni tanto a livello nazionale quanto a livello sovranazionale. L’Ungheria ha infatti perseguito una politica discussa nei confronti del tema dell’immigrazione, costruendo allo stesso tempo stretti legami con vari partiti euroscettici.
I partecipanti rispecchieranno in maniera proporzionale i gruppi politici presenti nel Parlamento Europeo. Sulla base delle diverse posizioni rappresentate dai vari gruppi, sarà innestato un dibattito che si concluderà con un voto finale in plenaria.

L’evento sarà aperto al pubblico e si potrà assistere alla presentazione dei lavori fino alla votazione del testo finale.

All’iniziativa sarà presente l’Ufficio in Italia del Parlamento europeo che presenterà #stavoltavoto. Per sottolineare l’importanza della partecipazione a queste elezioni, il Parlamento Europeo ha lanciato una campagna, denominata This time I’m voting con lo specifico obiettivo di promuovere il coinvolgimento democratico del maggior numero di cittadini. La Europe Direct di Siena partecipa a questa campagna e la simulazione servirà ai cittadini per conoscere meglio come funziona il Parlamento europeo ma soprattutto quanto le decisioni che questa istituzione prende possano avere dirette conseguenze sulla vita di tutti noi. Partecipare alle elezioni, quindi, è il miglior modo per far sentire la propria voce in Europa.

Scarica la locandina

Guarda le foto

Guarda le dirette web dell’evento: diretta n. 1, diretta n. 2

Intervista al Prof. Luca Verzichelli

Intervista al Prof. Massimiliano Montini

Guarda il video sulla Simulazione ripreso da Canale 3 TV

Simulazione dei lavori del Parlamento europeo

Simulazione dei lavori del Parlamento europeo

Il prossimo maggio gli elettori degli Stati Membri dell’Unione europea saranno chiamati a votare per i rappresentanti dell’unica istituzione sovranazionale direttamente eletta dai cittadini: il Parlamento europeo. Per sottolineare l’importanza della partecipazione a queste elezioni, il Parlamento Europeo ha lanciato una campagna, denominata This time I’m voting con lo specifico obiettivo di promuovere il coinvolgimento democratico del maggior numero di cittadini.

Per riuscire in questo intento, sarà necessario superare la tendenza delle elezioni europee ad assumere un connotato tipicamente nazionale e favorire, in tal modo, la creazione di un’opinione pubblica pan-Europea. Allo stesso tempo, la crescente bassa affluenza alle urne rappresenta un’ulteriore sfida per l’UE, in quanto pone seri problemi di legittimità politica. Trasformare la crescente apatia in entusiasmo democratico, attraverso un vero dibattito sulle questioni europee, potrebbe effettivamente portare ad una maggiore consapevolezza riguardo l’impatto dell’integrazione europea sulla vita quotidiana dei cittadini.

In questo senso, l’Europe Direct di Siena partecipa a questa campagna organizzando una simulazione dei lavori del Parlamento europeo. L’iniziativa è volta a far conoscere meglio ai cittadini come funziona il Parlamento europeo ma soprattutto a far conoscere quanto le decisioni che questa istituzione prende possano avere dirette conseguenze sulla vita di tutti noi. Partecipare alle elezioni, quindi, è il miglior modo per far sentire la propria voce in Europa.

Continue reading

Un’Europa Sempre Più Unita: Passato e Futuro dell’Unione Europea

 Un’Europa Sempre Più Unita: Passato e Futuro dell’Unione Europea

Lunedì 26 novembre – presso la Sala del Consiglio, Villa Salviati, Archivi storici dell’Unione europea, Firenze – si svolgerà un evento dal titolo “Un’Europa Sempre Più Unita: Passato e Futuro dell’Unione Europea”

Nel 2017 è stato festeggiato il sessantesimo anniversario della firma dei trattati di Roma, che con la fondazione della Comunità Economica Europea (CEE) e della Comunità europea dell’energia atomica (Euratom) hanno rappresentato una tappa fondamentale nel processo di integrazione europea.

Per celebrare questa ricorrenza gli Archivi storici della Comunità Europea hanno organizzato, con la collaborazione del Dipartimento per le Politiche Europee della Presidenza del Consiglio dei Ministri e di altri partner istituzionali italiani ed europei, una mostra itinerante che ripercorre i risultati più rilevanti del percorso d’integrazione, dal 1957 a oggi.

Dopo aver viaggiato in Italia la mostra torna agli Archivi per un evento che vedrà protagonisti gli studenti di quattro università italiane: Bologna, Firenze, Siena e Verona. Gli studenti presenteranno le loro ricerche su temi relativi al passato, al presente e al futuro dell’Unione Europea, ispirate dai documenti esposti nella mostra.

Scarica il programma